Premio Dedalo Minosse

21 agosto – 13 settembre

Mostra di architettura
I vincitori della nona edizione 2013/2014 del Premio Dedalo Minosse, tra questi anche quattro alto atesini, sono stati premiati per i loro progetti architettonici e saranno esposti al pubblico presso il Forte di Fortezza a partire dal 21 agosto.

Il premio Dedalo Minosse è una manifestazione unica nel suo genere, che premiando opere già realizzate, pone l’attenzione sulla committenza, in molti casi sottovalutata quando si parla d’architettura, dimenticando che il compimento di opere architettoniche di qualità, può avere origine solo dall’esemplare connubio tra chi la promuove e chi la progetta.

Premiare il committente per promuovere la buona pratica dell’architettura: questo è lo scopo del Dedalo Minosse, un premio unico nel suo genere a livello internazionale. Uno strumento per aprire un dialogo interdisciplinare sui processi del costruire, coinvolgendo non solo architetti, ingegneri e progettisti in genere, ma soprattutto i committenti, pubblici e privati che hanno intrapreso un cammino verso la qualità, accompagnati da altre figure fondamentali, quali i costruttori, le aziende produttrici dei componenti, i decisori pubblici, gli esperti di settore, i media.

Grande è stata la partecipazione anche a questa edizione con la partecipazione di 33 paesi, tra i quali per la prima volta Libano e Iran. Molto ampio e diversificato anche il target dei committenti, composto da aziende, governi e amministrazioni pubbliche, privati, enti, fondazioni, e associazioni.

Parametri di giudizio in questo vasto scenario, come sempre, il valore del rapporto committente e architetto, rispecchiato dalla qualità dell’esito architettonico e ambientale. Particolare attenzione è stata dedicata al tema della sostenibilità sociale ed economica, al Design for All, al trattamento della luce naturale, all’uso sostenibile del territorio e delle risorse, alla valorizzazione e conservazione dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio architettonico, all’uso di tecnologie e materiali innovativi e alla valorizzazione delle tradizioni e dei linguaggi locali.

Tra i progetti vincitori della nona edizione sono stati inseriti ben 4 progetti alto atesini:

 

Committente: Salewa – Oberalp S.p.A.

Progetto: Park Associati – Cino Zucchi Architetti

Opera: Salewa Headquarters

Realizzazione: 2011, Bolzano, Italia

 

Committente: Timmelsjochhochalpenstrasse AG e Comune di Moso in Passiria

Progetto: Werner Tscholl Architekt

Opera: Die Timmelsjoch Erfahrung

Realizzazione: 2009-2010-2011, Passo Rombo, Tirolo (Austria) – Bolzano (Italia)

 

Committente: Diocesi Bolzano Bressanone – Parrocchia Madre Teresa

Progetto: Siegfried Delueg

Opera: Centro parrocchiale Madre Teresa di Calcutta

Realizzazione: 2012, Bolzano, Italia

 

Committente: Comune città di Brunico

Progetto: EM2 Architekten/Architetti

Opera: Risanamento ed ampliamento Castello di Brunico

Realizzazione: 2011, Brunico (Bolzano), Italia

 

Il Forte di Fortezza ospiterà i progetti vincitori del premio Dedalo Minosse e li mostrerà al pubblico dal 21 agosto fino al 13 settembre.

 

GALERIA