Forme inquiete

30 settembre 2017

Dove si colloca oggi il territorio dell’arco alpino nell’ambito del discorso internazionale? Vi sono potenziali insiti al plurilinguismo locale che rimangono ancora latenti? Come possiamo distogliere l’attenzione dalle differenze e rivolgerla alla possibilità che la lingua offre di creare uno spazio comune?

Performative Walk: Ore 10.30 e 13.30
Due passeggiate performative introducono alla traduzione corporeo-linguistica delle opere d’arte attraverso la mostra a Fortezza.
Voci e corpo toccano le opere con associazioni libere, lievi e radicali. Regia: Franziska Guggenbichler-Beck. Performance: Fritz Faust.

Simposio: Ore 15.00, Pulvermagazin
“Forme inquiete” è dedicato alle diverse lingue parlate in Alto Adige di cui vuole indagare i meccanismi e le modalità di scrittura, pensiero e traduzione. Il simposio vuole esplorare le possibilità artistiche e letterarie della traduzione e la pratica del plurilinguismo attraverso conferenze, letture e presentazioni di progetti.

Reading: SAAV ore 17.30, Pulvermagazin
Più di venti autori e autrici altoatesini aprono un panorama letterario fino al presunto orizzonte ed oltre.

Festa e finissage: ore 19.00 – 22.30 37er Haus
Buffet e Nachtcafé con Italian Contemporary Folk

Programm Programma