Giornata della donna al Forte di Fortezza

Julia Bornfeld, Ariadne's Asteroids Centrifuge, 2009

L’8 marzo, Giornata internazionale della donna, il Forte di Fortezza offre l’ingresso libero a tutte le donne invitandole a scoprire l’installazione luminosa di Julia Bornfeld “Ariadne’s Asteroids Centrifuge”. Alle 15 prevista una visita guidata con l’artista.

Il Forte di Fortezza, gigantesca e grigia costruzione in granito, lineare e senza fronzoli ancora oggi, nel 2018, come nell’anno della sua inaugurazione, nel 1838. Per oltre 150 anni a stabilire l’utilizzo di quest’opera monumentale sono stati i comandi militari, e con poche eccezioni l’accesso era interdetto alle donne. Da alcuni anni, però, le cose sono cambiate. Oggi il Forte di Fortezza si può infatti visitare ed è attualmente un Museo provinciale che ospita mostre e manifestazioni. Molte delle persone che lo visitano sono donne, e numerose artiste lo popolano con le loro opere in occasione di esposizioni ed eventi. Sembra che piano piano il Forte stia dismettendo la propria armatura maschile per lasciare sempre più spazio all’elemento femminile – alla Fortezza. Ed in occasione della Giornata internazionale della donna di giovedì 8 marzo vuole dare un segno in questa direzione, offrendo l’ingresso gratuito (ore 10-16) a tutte le donne.

L’invito a tutte le visitatrici è anche quello di farsi incantare dall’installazione luminosa “Ariadne’s Asteroids Centrifuge” di Julia Bornfeld, creata nel 2009 per la mostra regionale “Labirinto: Libertà” e che da allora costituisce il cuore del forte medio. L’installazione – che rimanda in qualche modo al filo di Arianna e a tematiche femminili – consiste di fili luminosi avvolti in gomitoli, che ruotano come pianeti intorno al sole. Uno spettacolo accompagnato dai suoni di sfere composti dal gruppo musicale Sense of Akasha di Brunico.

Alle ore 15 di giovedì 8 marzo tutte le donne potranno scoprire quest’opera in una visita guidata gratuita con la stessa Julia Bornfeld.

Nata a Kiel (D), con radici tirolesi, la Bornfeld da diversi anni vive e lavora a Brunico e Berlino. Per lei il Forte di Fortezza è “un luogo forte, emozionante e che offre un’ispirazione pazzesca”.

Da metà settembre, inoltre, Julia Bornfeld animerà, insieme a Michael Fliri, altri due edifici del Forte con le sue opere più recenti, che sta attualmente creando in un atelier temporaneo allestito al suo interno.